IL CAMMINO DI SANTIAGO

Richiedi informazioni
Nome e Cognome*
Telefono*
Email*
Messaggio*
* Accetto i termini e condizioni Privacy Policy.
Accetta tutti i termini e le condizioni prima di procedere al passaggio successivo
Salva nella lista desideri

Adding item to wishlist requires an account

83

Perchè viaggiare con noi?

  • Miglior prezzo garantito
  • Assistenza 24/7
  • Tour e attività selezionati
  • Assicurazione di viaggio gratuita

Contattaci

Non esitare a chiamarci. Siamo un team di esperti e saremo felici di parlare con te.

+39 06.5123329
+39 338.1034158

info@camondoviaggi.it

  • Codice viaggio: LS0001
Tour di Gruppo 8 giorni, 7 notti in hotel – ACCESSIBILE A TUTTI

Le strade che portano a Santiago sono diverse, noi vi proponiamo di iniziare il Cammino da Sarria perchè da questo avamposto fino Santiago i pellegrini possono ottenere la “Compostela”, diploma che certifica la realizzazione di almeno 100 chilometri a piedi fino al Santuario.

Per attestare i 100 Km percorsi sarà necessario munirsi della “Credencial”, cioè un documento che accompagna il pellegrino e che serve a raccogliere tutti i “seglios” durante il cammino. Viene rilasciata dall’ufficio del Camino de Santiago oppure nei principali ostelli delle cittadine più importanti per pochi Euro.

Nella quota è incluso il volo di linea da Roma, ed è possibile arrivare anche da altri scali italiani.

Il Cammino di Santiago di Compostela è intimamente legato alla presenza della tomba di Giacomo il Maggiore e al suo ritrovamento, che risale al IX secolo. Anche se Giacomo è morto in Palestina negli Atti degli Apostoli e la Spagna è stata visitata solo da Paolo di Tarso (Lettera ai Romani), la tradizione racconta che « San Giacomo il Maggiore dopo l’ascesa di Gesù al cielo iniziò la sua opera di evangelizzazione della Spagna spingendosi fino in Galizia, remota regione dicultura celtica all’estremo ovest della penisola iberica. Terminata la sua opera Giacomo tornò in Palestina dove fu decapitato per ordine di Erode Agrippa nell’anno 44. I suoi discepoli, con una barca, guidata da un angelo, ne trasportarono il corpo nuovamente in Galizia per seppellirlo in un bosco vicino ad Iria Flavia, il porto romano più importante della zona. Nei secoli le persecuzioni e le proibizioni di visitare il luogo fanno sì che della tomba dell’apostolo si perdano memoria e tracce. Nell’anno 813 l’eremita Pelagio (o Pelayò), preavvertito da un angelo, vide delle strane luci simili a stelle sul monte Liberon, dove esistevano antiche fortificazioni probabilmente di un antico villaggio celtico. Il vescovo Teodomiro, interessato dallo strano fenomeno, scoprì in quel luogo una tomba, probabilmente di epoca romana, che conteneva tre corpi, uno dei tre aveva la testa mozzata ed una scritta:”Qui giace Jacobus, figlio di Zebedeo e Salomé”. »

Per questo motivo si pensa che la parola Compostela derivi da Campus Stellae (campo della stella) o da Campos Tellum (terreno di sepoltura).

Alfonso II il Casto (789-842), re delle Asturie e della Galizia, ordinò la costruzione sul posto di un tempio, i monaci benedettini nell’893 vi fissarono la loro residenza. Iniziarono così i primi pellegrinaggi alla tomba dell’apostolo (Peregrinatio ad limina Sancti Jacobi), dapprima dalle Asturie e dalla Galizia, poi da tutta l’Europa. Santiago di Compostela fu distrutta nel 997 dall’esercito musulmano di Almanzor e poi ricostruita da Bermudo II di León. Fu però il vescovo Diego Xelmírez ad iniziare la trasformazione della città in luogo di culto e pellegrinaggio, facendo terminare la costruzione della Cattedrale, iniziata nel 1075, ed arricchendola con numerose reliquie.

 

RICHIEDI PROGRAMMA E CALENDARIO PARTENZE

 

info e prenotazioni: 06 5123329 – 3381034158
info@camondoviaggi.it – www.camondoviaggi.it

Foto